Cantata Umbra - Fora Aprile Dentro Maggio - Co' l'occhi, co' la lingua e co' lu core

29-20 aprile, 1 maggio 2022 ore 12:00






L'Umbria possiede un patrimonio di canti della tradizione orale poco conosciuto ma che vanta preziose testimonianze di melodie antiche e liriche commoventi, colonna sonora di un vissuto quotidiano di cui si rischia di perdere la memoria.

Riproporre oggi i canti della tradizione non è operazione facile.

Renderli polifonici, quando all’origine quasi mai lo sono nel centro Italia, è ancora più complicato.

Ma il senso della ri-proposta è tutto qui: venuto meno il contesto di origine, è ancora importante, per la nostra comunità e più in generale nel panorama musicale popolare, ri-cantare queste melodie, affidare a dissonanze, consonanze,

battimenti e arrangiamenti la voce di un passato che è stato fortemente pregno di contenuti e significati.

La direzione “propositiva” e creativa di Lucilla Galeazzi ha cercato di ricreare le forme e il senso di una vocalità autentica, di antica origine e di grande multiformità espressiva, per trasmetterne con rigore il suo diverso “colore” sonoro,

anche tradendolo, cioè riadattandolo e rinnovandolo.  

Solo a questo patto la fatica del lavoro nei campi o in fabbrica, la resistenza all’ingiustizia, la dolcezza di un amore, la tenerezza di una ninna nanna tornano a parlarci, attraversando la storia e arrivando al nostro orecchio contemporaneo.

Durante il seminario a cura di @Lucilla Galeazzi e @Ticchetettà - tradizioni e identità si avrà la possibilità di approfondire la conoscenza di questi repertori e di apprendere alcuni canti.
Contenuto pubblicato il 20-04-2022, aggiornato al 02-05-2022