"ATTIVITA' MOTORIA COME FARMACO" - Presentazione del progetto

sabato 16 marzo, ore 11:00
Teatro Consortium
Sarà presentato sabato 16 marzo il progetto "ATTIVITÀ MOTORIA COME FARMACO" che prenderà avvio dai primi giorni di aprile presso il Centro Salute di Massa Martana.

Il progetto, già attivo presso l'Ospedale della Media Valle del Tevere, pone al centro l'attività motoria vista come farmaco per trattare i fattori di rischio della Sindrome Metabolica, e le principali malattie croniche non trasmissibili, con particolare focus su quelle cardio metaboliche in post acuzie.

Per lo svolgimento di tale attività è stata allestita una "palestra della salute" presso il Centro Salute massetano attraverso il fondo, istituito dalla giunta Federici, alimentato, in questi cinque anni, con accantonamenti volontari degli amministratori locali devolvendo parte dell'indennità di funzione ad essi attribuita.

L'attività che prenderà avvio rientra tra le azioni messe in campo per promuovere la salute della cittadinanza e andrà ad integrare quelle già in essere sul territorio comunale.
La palestra di Massa Martana si aggiunge alle tre già attive all'interno dell'Usl Umbria1: Centro Grocco di Perugia, Ospedale Media Valle del Tevere (Pantalla) e Centro di Salute di Magione.

Inoltre, tale iniziativa rientra all’ interno del progetto ministeriale “Guadagnare Salute e rendere facili le scelte salutari” che da anni si occupa di diffondere all’interno del territorio nazionale tutte le buone pratiche per la prevenzione delle malattie attraverso i corretti e sani stili di vita, dove ovviamente l’attività fisica gioca un ruolo fondamentale.

Il progetto è diretto e curato dall'Anam in accordo con l'Usl Umbria1
Contenuto pubblicato il 13-03-2024, aggiornato al 14-03-2024

Ultime notizie

Il Comune informa

Autonomamente Insieme - Esperienze e prospettive in Umbria su disabilità e vita indipendente

Lunedì 15 aprile, ore 14:00
Teatro Consortium

Incontro su disabilità e vita indipendente organizzato dal Comune di Massa Martana con il sostegno di Fondazione Perugia, il patrocinio della Provincia di Perugia e il supporto organizzativo della società di consulenza Sinloc – Sistema Iniziative Locali, che ha fornito Assistenza Tecnica al progetto: “Dopo di Noi – Andiamo a Casa Bice”.